28.11.08

Lo Straniero di Canosa (4)
Una sconcertante rivelazione è stata fatta due giorni fa: una nostra troupe è stata contattata da un certo Giovanni Pisicchio di Molfetta, che diceva di essere in possesso di un oggetto che avrebbe potuto aiutare le indagini. Ovviamente abbiamo combinato un incontro al quale l'anziano signore non si è sottratto, ma quando abbiamo cominciato a fargli domande più specifiche, abbiamo notato una certa reticenza e vaghezza nelle risposte. L'impressione è stata quella che il signor Pisicchio sappia molto più di quanto effettivamente ci abbia detto...


Intervistatrice: " Perchè ci ha chiamati signor Pisicchio?"
Signor Pisicchio: " Tengo nà còs che vi devo dare signorì"
I: " Di che si tratta?"
P: " ...e mò vi spieg. L'altra settiman, siccom che sò andat a torino no? a trovar a mio figlio, che quello stà a fare il militare,anghe perchè tiene la sorella che mò è uscita in cinta, e all"
I: " Veniamo al dunque Signor Pisicchio!"
P: " ..eh..comungue, mentre che tornavo da torino no? col treno, mi sono trovato nella cuccetta, con quello che voi fate vedere sopra alla televisione no? ..mentre che abbiamo fatto il viaggio... oh! chiariamoci, che io tutto questo poi l'ho detto, quello che vi sto a dire signorì ,l'ho già detto al vigile urbano di..di Molfetta lì vicino alla chiesa, dove si fermano i bus, dietro alla banca cattoli"
I: " Per favore signor Pisicchio non abbiamo tempo!..."
I: " vabbè avete capito no?..e niende,mendre che stavamo tornando da torino ..lui peròo è sceso a foggia.."
I: " A foggia?"
P: " E sì, perchè mi sa che adetto che doveva andare aa..aspè dovè che doveva andare..a cerign A CANOSA! a canosa si,me lo ricordo bene perchè tenevo uno zio che lavorava la tandi anni fa, voi signorì non eravate mango na"
I: " SIGNOR PISICCHIO!"
P: " Si si, non vi alterate , vado avandi vado avandi. inzomma questo è ilfatto,..mo , la cosa strana è che quello, quando è sceso..."
I: " Cosa?"
P: " signorì...ma non è che mo io finisco nei gguai?"
I: " Non si preoccupi signor Pisicchio, vada avanti"
P: " che io sono disoccupato!, questa cosa la faccio per cambàre io, quelli mi hanno detto di fare cos"
I: " Quelli? quelli chi?"
P: " ..........noo..nessuno,quelli chi?l'imbortande è che stò tranguillo,che io nei gguai non ci voglio finire........."
I: " Perchè dovrebbe finire nei guai signor pisicchio, ma mi tolga una curiosità, questa"cosa" l'ha già fatta vedere a qualcuno?e come ne è venuto in possesso? e soprattutto ..cos'è??! "
P: " ..madò, mi sò dimenticat che devo andare a prendere Nellìna dalla scuola,che quella mo , mia figlia ..madò e chi la deve sendììre..."
I: " Ma..signor Pisicchio...allora? cosa deve farmi vedere?"
P: " ah già ,si si, ve la vado a prendere, così vado aprendere Nellina, mi dovete scusare.........................................................................................................................ecco qua..."
I: " Ma che?!...ma è un'ala di pipistrello!!"
P: " E...e quello l'ha lasciata sul sedile della cuccetta quando è sceso a foggia,ve l'ho detto che è sceso a fo"
I: " A foggia,ce l'ha detto signor Pisicchio, c'è dell'altro?"
P: " signorì vedete che io sò disoccupato, non mi mettete in mezzo ai ggua"
I: " Abbiamo capito signor Pisicchio, grazie tante e arrivederci"
P: " Aspettate.."
I: " cosa?"
P: " E già ve ne andate...prendete un rosolio?"
I: " Ma non dovevate andare a prendere vostra nipote?"
P: " ...AH GIà...tante cose allora"
I: " Salve e grazie ancora"

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Il Sig. Pisicchio l'ho conosciuto qualche anno fa a Torino.
Ero in quella fredda ma bellissima città per completare una ristrutturazione di una palazzo... forse anche il mio amico Vincenzino se lo ricorda.. ora che ci penso..quel tipo di canosa..mmh forse ricordo di averlo incrociato..
jiji

marcocorona ha detto...

segno formaggio molle